Database
  • Tutti: 1541
  • Visti: 554
  • Non Visti: 987
Genere
Anno
Paese
Set
Studio
Visto: Non Visti
TuttiVistiNon Visti
Precedente Pagina 1 / 1 Successivo
Filtra: Attore » Micaela Ramazzotti
La pazza gioia
Anno: 2016
Genere: Dramma / Commedia
Voto: (7.6)
Durata: 116 min.
Regista: Paolo Virzì
Studio: Lotus Productions
Cast: Micaela Ramazzotti / Valeria Bruni Tedeschi / Valentina Carnelutti / Anna Galiena / Marco Messeri / Bob Messini / Roberto Rondelli / Tommaso Ragno / Sergio Albelli / Marisa Borini / Giorgio Algranti / Emanuele Barresi / Maria Grazia Bon / Fabrizio Brandi / Carlotta Brentan
Trama:
Beatrice è una sedicente contessa, chiacchierona e miliardaria, che ama credere di essere in intimità con i leader di tutto il mondo. Donatella è una giovane donna tatuata e tranquilla, chiusa nel proprio alone di mistero. Entrambe sono ricoverate in un istituto mentale e soggette a misure di custodia cautelare. Insieme danno vita a un'imprevedibile amicizia che le porta a fuggire dalle costrizioni del trattamento per un'avventura alla ricerca di divertimento e di amore in quel manicomio a cielo aperto che è il mondo delle persone sane.
...
Anno: 2016
Genere: Commedia
Voto: (5.6)
Paese: Italy
Durata: 89 min.
Regista: Cristina Comencini
Studio: Cattleya
Cast: Cristina Comencini / Paola Cortellesi / Micaela Ramazzotti / Eduardo Valdarnini / Eleonora Danco
Trama:
Lucia e Maria sono amiche fin dal liceo, ma non potrebbero essere più diverse: Lucia è esigente e rigorosa o, come direbbe Maria, "gufa e spadona"; Maria si descrive come "morbida, positiva e vibrante" o, come direbbe Lucia,"un po' mignotta". Anche il loro rapporto con gli uomini è diametralmente opposto: Lucia, scottata da un matrimonio infelice, ha elevato un muro ed è diventata una "donna di nessuno"; Maria invece è una "donna di tutti" che colleziona avventure occasionali con partner improbabili alla segreta ricerca dell'uomo giusto. A scompigliare le carte arriva Luca, amante di una notte di Maria, 19 anni e una fame inesauribile di sesso e di esperienza di vita. Le due amiche finiranno per contenderselo, non secondo le trite dinamiche della competizione "femminile", ma secondo un percorso di ricerca individuale della propria identità. È proprio la reinvenzione dell'identità la principale chiave di lettura di Qualcosa di nuovo, basato sulla piéce teatrale La scena scritta e diretta per il teatro da Cristina Comencini, e riadattata per il grande schermo con la collaborazione alla sceneggiatura di Giulia Calenda e Paola Cortellesi e il montaggio agile di Francesca Calvelli. Identità di genere, innanzitutto, tanto femminile quanto maschile, in un presente caratterizzato dalla rivoluzione dei ruoli e dei rapporti di potere, dalla disgregazione della famiglia tradizionale e dalla crisi economica, nonché dalla mancanza di un'educazione sentimentale e sessuale che non insegni tanto come si indossi un preservativo, quanto come si debba rispettare la natura e le inclinazioni altrui, e l'altrui libertà di essere altro da noi. Come ogni storia ben costruita (e rodata sulle assi di un palcoscenico) Qualcosa di nuovo parla anche di altro: di maternità negata, ricattatoria, accogliente, colpevole e generosa; di amicizia femminile, disposta alla solidarietà ma anche esposta alla severità del reciproco giudizio; dell'esigenza delle donne di avere accanto un uomo "ma anche": dolce ma anche forte, comprensivo ma anche protettivo, dotato di sensibilità ma anche virilmente assertivo, tenero ma anche muscoloso. E mentre le donne sono specialiste nell'essere tante cose insieme, gli uomini sembrano disorientati da queste aspettative (apparentemente) contradditorie. Luca, ad esempio, si relaziona con coetanee che sembrano sapere esattamente quello che vogliono, quando il ventenne maschio di oggi difficilmente sa decidere di che colore scegliere la camicia al mattino. Le "donne mature" Lucia e Maria, invece, hanno già superato la fase in cui si attenevano rigidamente ai loro progetti di vita, e anche quella del successivo smantellamento del castello di carte da loro costruito con ottusa determinazione: sono dunque libere di sperimentare, anche con un liceale che usa bene le mani ed è capace di ascoltare. Lucia e Maria cominciano a dire a Luca quello che non riescono a dire a se stesse, e scoprono quanto stia loro stretto il personaggio che si sono ritagliate nel tempo. Cristina Comencini ha un talento particolare per raccontare le contraddizioni del femminile, toccando argomenti tabù e sfidando le accuse di maschilismo che certamente verrebbero indirizzate ad un regista uomo in almeno due scene. E la commedia le è particolarmente congeniale perché le permette di veicolare domande scomode sotto le mentite spoglie di battute umoristiche. La malinconia che sottende l'intera vicenda non sfocia mai nel melodramma, anche se un po' di amarezza in più sarebbe stata tollerabile anche dallo spettatore più escapista. Già dalla presentazione alternata inziale delle due protagoniste, Comencini non si accontenta di riprodurre il suo testo teatrale fra quattro mura, e anzi quelle pareti le scioglie, facendo letteralmente entrare l'una nell'altra stanze di diverse abitazioni, perché le tre vite che racconta si mescolano senza soluzione di continuità seguendo i cambiamenti intimi (più ancora che interiori) dei personaggi. E se gli scambi di battute rimangono talvolta troppo ancorati al testo teatrale senza osare le acrobazie verbali (e fisiche) della screwball comedy che Qualcosa di nuovo era nata per essere, in alcuni monologhi le sceneggiatrici affondano il coltello nella piaga in modo coraggioso e commovente. Paola Cortellesi è più efficace di Micaela Ramazzotti nel disegnare un personaggio che esce gradualmente dallo stereotipo e conquista credibilità (e cuore), e Eduardo Valdarnini, che ha la fisicità giusta per il ruolo, sconta un'immaturità artistica che va a scapito, invece che a favore, di Luca. Ma ciò che conta è che a questi tre esseri umani imperfetti si vuole bene, si segue la loro intricata vicenda sospendendo l'incredulità e ci si porta dietro interrogativi cui non è facile rispondere.
...
non
Il nome del figlio
Anno: 2015
Genere: Comedy
Voto: (6.7)
Paese: Italy
Durata: 90 min.
Regista: Francesca Archibugi
Studio: Indiana Production Company
Cast: Alessandro Gassman / Micaela Ramazzotti / Valeria Golino / Luigi Lo Cascio / Raffaele Vannoli / Rocco Papaleo / Carolina Cetroli
Trama:
Commedia italiana ispirata ad un'opera teatrale francese.
...
Anni felici
Anno: 2013
Genere: Drama
Voto: (6.4)
Paese: Italy / France
Durata: 105 min.
Regista: Daniele Luchetti
Studio: Cattleya
Cast: Kim Rossi Stuart / Micaela Ramazzotti / Martina Gedeck / Samuel Garofalo / Niccolò Calvagna / Pia Engleberth / Benedetta Buccellato / Angelique Cavallari / Ivan Castiglione / Sylvia De Fanti / Francesca Cardinale
Trama:
1974, Roma. Guido è un artista che vorrebbe essere d'avanguardia, ma si sente intrappolato in una famiglia troppo borghese e invadente. Serena, sua moglie, non ama l'arte, ma ama molto l'artista e infatti lo "invade". I loro figli, Dario e Paolo, 10 e 5 anni, sono i testimoni involontari della loro irresistibile attrazione erotica, dei loro disastri, dei tradimenti, delle loro eterne trattative amorose. Tra happenings artistici, colpi di testa, film in super 8, pigre vacanze, design e confessioni, il film racconta gli anni felici - ma che sembravano infelici - di una famiglia che, provando ad essere più libera, si ritrova in una prigione senza vie di fuga. Riusciranno a salvarsi?
...
Il cuore grande delle ragazze
Anno: 2011
Genere: Drama
Voto: (6.9)
Paese: Italy
Durata: 82 min.
Regista: Pupi Avati
Studio: Duea Film
Cast: Isabelle Adriani / Micaela Ramazzotti
Trama:
Prima metà degli anni 30, in una cittadina dell'Italia centrale immersa nella campagna. La famiglia contadina dei Vigetti ha tre figli: il piccolo Edo, Sultana e Carlino, giovanotto molto ambìto dalle ragazze. Gli Osti invece sono proprietari terrieri che hanno fatto fortuna e vivono in una casa padronale con le loro tre figlie, tutte da maritare: le più attempate Maria e Amabile, e la più giovane Francesca. Facendo buon viso a cattiva sorte, i coniugi Osti, Sisto e Rosalia, accettano che il giovane contadino Carlino corteggi le due sorelle maggiori con l'intento di sistemarne almeno una. Inizia un periodo di incontri tra Carlino e le due ragazze nel salotto di casa Osti, turbato però un giorno dall'arrivo improvviso della bellissima Francesca dalla città in cui è stata mandata a studiare. Tra i due giovani è colpo di fulmine e tutti i piani vanno in fumo.
...
Questione di cuore
Anno: 2009
Genere: Comedy / Drama
Voto: (6.7)
Paese: Italy
Durata: 100 min.
Regista: Francesca Archibugi
Studio: Cattleya
Cast: Kim Rossi Stuart / Micaela Ramazzotti / Francesca Inaudi
Trama:
Alberto e Angelo, due uomini gravemente malati, fanno amicizia in sala rianimazione. I due sono sorpresi dalla capacità di capirsi così a fondo l'un l'altro e il legame tra loro diventa sempre più forte. Fuori dall'ospedale, la vita però è sempre più difficile, soprattutto per Alberto che è strutturalmente un uomo solo e non riesce a dare stabilità al suo rapporto con la fidanzata. L'uomo decide così di installarsi a casa di Angelo, scoprendo la dolcezza sconosciuta di una famiglia vera. Quest'ultimo, che è consapevole di essere prossimo alla morte, costruisce un piano per affidare al suo amico tutto ciò che ha di più caro: la moglie e i suoi due figli.
...
Non prendere impegni stasera
Anno: 2006
Genere: Drammatico
Voto: (6)
Paese: Italy
Durata: 95 min.
Regista: Gianluca Maria Tavarelli
Studio: Lama Film
Cast: Alessandro Gassman / Giuseppe Battiston / Micaela Ramazzotti / Donatella Finocchiaro / Francesca Inaudi
Trama:
Quattro coppie di quarantenni i cui destini si intrecciano sullo sfondo di una Roma amara e disincantata di inizio millennio.
...
Precedente Pagina 1 / 1 Successivo
Tempo di caricamento della pagina: 0.02 sec. | MovieLib 2.9.1 - Created by Regss